Patologie trattate

Disturbi di ansia disturbi dell’umore:
Consulenza e trattamento di disturbi di ansia quali disturbi di panico con o senza agorafobia, disturbo di ansia generalizzata, disturbo ossessivo - compulsivo, fobie sociali o specifiche. Alterazioni e /o anomalie del tono dell’umore (depressione, disturbo bipolare, disturbo dell’umore reattivo). A secondo del caso specifico, dopo un’attenta valutazione si stabilirà il setting più indicato:la psicoterapia individuale, di gruppo o la terapia EMDR.


Disturbi del comportamento alimentare:

I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono disturbi caratterizzati dall’alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo. Hanno prevalenza nelle donne di età compresa tra i 15 e i 25 anni. I comportamenti tipici di una persona che soffre di un Disturbo del Comportamento Alimentare sono: digiuno, restrizione dell’alimentazione, crisi bulimiche, vomito autoindotto, assunzione impropria di lassativi e/o diuretici al fine di contrastare l’aumento ponderale, intensa attività fisica finalizzata alla perdita di peso. I principali Disturbi del Comportamento Alimentare sono l’Anoressia Nervosa e la Bulimia Nervosa; altri disturbi sono il Disturbo da Alimentazione Incontrollata o Binge Eating Disorder; (BED), caratterizzato dalla presenza di crisi bulimiche senza il ricorso a comportamenti di compenso e/o di eliminazione per il controllo del peso e i Disturbi Alimentari Non Altrimenti Specificati (NAS), categoria utilizzata per descrivere quei pazienti che, pur avendo un disturbo alimentare clinicamente significativo, non soddisfano i criteri per una diagnosi piena. Il trattamento viene scelto in base al singolo caso ma ci sono diverse evidenze scientifiche che mostrano l’efficacia dei gruppi terapeutici in questo tipo di disturbi.


Disturbi di personalità


Dipendenze patologiche


Problematiche relazionali e di coppia:

Valutazione e trattamento delle difficoltà di coppia o familiari relative a diverse problematiche (genitoriali, separazioni conflittuali, gestione dei ruoli, difficoltà di comunicazione ).


Disturbi delle funzioni sessuali:

Sono caratterizzati da un anomalia del processo che sottende il ciclo di risposta sessuale o dal dolore associato al rapporto sessuale. Tali disturbi possono verificarsi in diverse fasi del rapporto e vengono trattati accompagnando il paziente nella gestione del problema n atto e raggiungendo una comprensione più profonda dei significati alla base della sintomotalogia per risolverla.


Disturbi delle funzioni cognitive:

A seguito di patologie correlate all’invecchiamento, come la demenza, a incidenti vascolari, a traumi cranici, a patologie psichiatriche croniche o a malattie internistiche, alcune abilità cognitive possono apparire compromesse. Dopo un’attenta e accurata valutazione neuropsicologica che metta in rilievo eventuali deficit cognitivi è possibile effettuare cicli di riabilitazione neurocognitiva per migliorare il funzionamento cognitivo, stabilizzare i deficit cognitivi, stimolare le abilità cognitive residue per rallentare il decorso della malattia.